Bike'n'dive

Viaggio nella Perla Nera del Mediterraneo

Itinerario Il Giro di Pantelleria

50,02 Km
Distanza totale in Km
2h e 35min
Durata complessiva
Medio/facile 3/6
Grado di difficoltà

Scarica le tracce


Guarda il video

Apri il video

Località Attraversate

Inizio percorso dal Porto (via Don Alonzo) seguire ad anello in tutta la S.P. 54 I Lago di Venere I Cala Cinque Denti I Gadir I Arco dell’Elefante I Faraglioni I Balata dei Turchi I Porto di Scauri I Sataria I I Sesi I Mursia I Porto Pantelleria (fine percorso)

Info e consigli

La bici consigliata è da strada o trekking, mountain bike se si percorrono sterrati opzionali. Fondo 100% asfalto.

Descrizione turistica

È un percorso ad anello effettuabile in una giornata per i meno esperti, non presentando particolari difficoltà, se non per la lunghezza e per alcune salite.
La partenza è prevista dal lungomare Paolo Borsellino, proseguendo per Via Don Alonzo, in direzione ovest e in senso orario, verso il Lago di Venere (a 5,1 km). A bordo lago, alimentato da acque meteoriche e sorgenti termali dove i fanghi hanno proprietà curative, si individua una strada sterrata che consente il periplo dello stesso (2 km).
Si prosegue lungo la provinciale. Al km 12,60 ci si può immettere sulla deviazione per il famoso Arco dell’Elefante, noto per la forma dell’animale che pare abbeverarsi dal mare. Con tale deviazione è possibile raggiungere Cala Tramontana e Cala Levante.
Continuando il percorso ad anello, si continua a salire sino al km 18,4 con quota di 193 mt slm. In due tratti l’asfalto si allontana dalla costa per poi rientrare e continuare parallelamente, con altissimi strapiombi sul mare. Si incrocia una sterrata che conduce alla zona di Balate dei Turchi e dei Faraglioni. La sterrata in 5,5 km, tra andata e ritorno, consente la visita del luogo (la deviazione è consigliata solo a ciclisti esperti o dotati di buon fiato per portare bici al passo).
Il percorso continua lungo la strada provinciale, costeggiando in parte il mare con saliscendi scorrevoli e non impegnativi. Raggiungendo la frazione di Scauri, al km 28,8, passando nel nuovo tratto stradale a senso unico, è possibile ritornare al centro di Scauri percorrendo per poche centinaia di metri nel tratto di strada a senso unico in salita, dove si trovano le abitazioni e alcune attività commerciali. Ritornando sul percorso originario con una leggera pendenza si raggiunge il porto di Scauri, al km 30,4. Procedendo senza deviazione, la strada è in piano con qualche lieve saliscendi, sino a raggiungere l’incrocio che porta a Sateria al km 32,00 per una visita alle vasche termali (intorno ai 40°). L’asfalto è in piano e dopo circa 37,2 km si arriva a Mursia dove, seguendo le indicazioni, si può visitare l’antica necropoli dell’Isola (“I Sesi”) con i resti di un antico villaggio risalente all’età del bronzo

Scopri la Sicilia Occidentale in bici

8 ITINERARI TUTTI DA SCOPRIRE

Eventi

Cous cous Fest 2018

San Vito Lo Capo

Il Cous Cous Fest di San Vito lo Capo, che si tiene ogni anno a settembre, è uno degli eventi più attesi

Curiosità

Bike Therapy

Andare in bici per rilassarsi

Andare in bici consente raggiungere nuovi posti, osservare colori, respirare profumi. Rigenera,

ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

LE MERAVIGLIE SOMMERSE

Il mare della Sicilia occidentale è uno scrigno che contiene tesori sommersi.