Bike'n'dive

Storia di un naufragio

San Vito lo Capo - Kent


Descrizione turistica

Il “Kent”, meglio conosciuto come “la nave dei Corani”, era una motonave da carico, lunga 72 metri, con stazza lorda di 783 tonnellate, di proprietà greca e battente bandiera cipriota. Trasportava 4310 colli di merce varia (un carico di corani, zampironi e sigarette), del peso di 32 tonnellate, 20 tonnellate di palline di polietilene in sacchi, 27 tonnellate di carburante e 1300 kg di olio lubrificante.
Il 7 luglio 1978 il cargo si trovava alla fonda a San Vito Lo Capo e alle ore 16, per cause ignote, scoppiò un incendio nella sala macchine: l’intero equipaggio, compreso il comandante, fu tratto in salvo e il soccorso di due motovedette della Capitaneria di Porto, un motopesca di Castellamare del Golfo e due rimorchiatori giunti per spegnere l’incendio non riuscirono nell’intento di salvare la nave.
Il giorno successivo, alle ore 11.40, il Kent iniziò, ancora legato alla sua catena dell’ancora, ad affondare lentamente di poppa. Proprio di poppa toccò il fondo, ed è ancora visibile la vistosa ammaccatura sul lato destro causata dall’impatto col fondale. Dopo l’urto, lo scafo si assestò raddrizzandosi in perfetto assetto di navigazione, durante l’affondamento due containers di legno che contenevano il carico di corani, a causa della più lenta velocità di discesa dovuta al diverso peso specifico, si adagiarono un ventina di metri più oltre l’ancora di prua.
È localizzato in un piccolo tratto di mare chiuso tra Punta Spadillo e Punta Forbice denominato il "Firriato" che è a circa mezzo miglio dalla costa, quasi di fronte alla vecchia tonnara del Secco di San Vito Lo Capo. Il fondo su cui il cargo giace è composto da sabbia e rocce e varia tra i 45 e i 52 metri; le prime strutture della nave si incontrano a circa 38m.
Del carico del Kent, in tutti questi anni solo le copie del Corano, compresse dall'acqua, sono state fonte di curiosità e interesse, la nave dei Corani è diventata così un'attrattiva e le copie del testo sacro islamico un forte motivo di curiosità.

 

Scopri la Sicilia Occidentale in bici

8 ITINERARI TUTTI DA SCOPRIRE

Eventi

Cous cous Fest 2018

San Vito Lo Capo

Il Cous Cous Fest di San Vito lo Capo, che si tiene ogni anno a settembre, è uno degli eventi più attesi

Curiosità

Bike Therapy

Andare in bici per rilassarsi

Andare in bici consente raggiungere nuovi posti, osservare colori, respirare profumi. Rigenera,

ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

LE MERAVIGLIE SOMMERSE

Il mare della Sicilia occidentale è uno scrigno che contiene tesori sommersi.